Letto 2.570  volte
locandina29sett_ico

SUPPORTERS e partecipazione nelle società sportive: un ruolo nuovo, possibile e necessario

Sabato 29 settembre, si è tenuto presso il Centro Congressi SGR il convegno dal titolo:“Supporters e partecipazione nelle società sportive: un ruolo nuovo, possibile e necessario”, promosso dall’associazione “Amici del Rimini Calcio” con la collaborazione di Supporters Direct.

locandina 29 settembre 2012

I lavori sono iniziati in mattinata con una tavola rotonda per gli “addetti ai lavori” alla quale hanno preso parte le delegazioni di 12 Azionariati italiani: Verona, Vicenza, Venezia, Modena, Torino (ToroMio), Lucca, Ancona, Roma, L’Aquila, Cava, Taranto e Lecce.

Tra i gruppi si è fatto il punto sugli obiettivi finora raggiunti dai vari trust, per poi passare a discutere sui rapporti con le istituzioni, in primis quelle calcistiche. Sebbene tutti siano concordi nel ritenere fallimentare la condotta di tali istituzioni, è altrettanto vero che bisognerà trovare il modo di cercare un confronto con chi gestisce il mondo del pallone, per il bene di tutti. In quest’ottica si è tornati a parlare della possibilità di dar vita ad una Federazione Nazionale degli Azionariati Popolari italiani: un’idea sulla quale in molti al tavolo si sono trovati d’accordo, mentre qualcuno ha posto il dubbio che i tempi non siano ancora maturi e che alcuni aspetti vadano affrontati prima di unirsi sotto un unico nome.

Terminati i lavori della mattina, la giornata è proseguita nel pomeriggio con il convegno pubblico, inserito nel calendario delle celebrazioni del Centenario biancorosso; convegno al  quale hanno partecipato ospiti di rilievo tra cui l’Avv. Calcagno (Vice Presidente della A.I.C.) Candido Farneti (Delegato Nazionale dell’AIAC), Pippo Russo, (scrittore, giornalista, sociologo dell’Università di Firenze) ed un rappresentante della Supporters Direct Europe, Ben Shave, da Londra. Il Presidente del Rimini, Biagio Amati, l’assessore allo Sport del Comune di Rimini, Gian Luca Brasini ed il Presidente dell’Associazione Amici, Federico Morri, hanno fatto gli onori di casa. Nell’ultima parte dell’incontro ci sono stati poi gli interventi di rappresentati di alcuni trust intervenuti all’incontro che hanno esposto le proprie esperienze locali raccogliendo l’interesse dei presenti in sala.

Tutti i relatori si sono trovati d’accordo nell’affermare la centralità che devono avere i tifosi nel presente e nel futuro del calcio, di cui sono e devono essere considerati parte integrante, come garanzia di trasparenza e di legame con il territorio. Due valori, purtroppo, sempre più rari nel calcio moderno. Senza dimenticare che la presenza dei tifosi all’interno delle società, come ha sottolineato il presidente Amati, consente loro di capire e condividere i meccanismi e le difficoltà che un club deve affrontare oggi nel fare calcio.

Grazie a tutti i soci ed amici che ci hanno fatto compagnia ed un ringraziamento particolare a tutti i rappresentanti dei vari gruppi giunti dal resto d’Italia per confrontarsi insieme.

Arrivederci a Roma, in Dicembre!

foto di gruppo