Letto 611  volte

Report assemblea 4 dicembre 2016

Si è svolta domenica 4 dicembre, dopo la bella vittoria con il Sasso Marconi che ha portato il Rimini in vetta alla classifica, l’Assemblea dei soci dell’associazione “AMICI DEL RIMINI CALCIO“, al fine di deliberare sul seguente OdG:

  1.  Comunicazioni del Direttivo in merito ai rapporti con la società Rimini F.C.;
  2. Tesseramento 2016;

  3. Varie ed eventuali.

In merito al punto 1 il Direttivo informa che in data 14 settembre u.s. ha consegnato al patron del Rimini F.C. Giorgio Grassi un documento dal titolo “Idee e proposte di collaborazione, al fine di rendere edotta l’attuale proprietà della Rimini Calcio delle attività finora svolte dall’associazione ed altresì di avanzare possibili proposte di collaborazione. In particolare, l’associazione si rendeva disponibile ad entrare in società partecipando, seppure con una quota simbolica, al capitale sociale del Rimini F.C. S.S.D. srl ed a collaborare con la società stessa in svariate attività (dal merchandising al giornalino da distribuire allo stadio, ed altre da concordarsi con la società stessa); il tutto nella convinzione che il coinvolgimento diretto dei tifosi potesse solo giovare al nuovo corso della Rimini Calcio.

Riguardo ciò, il patron Grassi ha risposto di non essere al momento disponibile ad approfondire alcuna collaborazione con l’associazione, non per una questione di principio ma perché egli ritiene di doversi prendere questa stagione sportiva per meglio comprendere l’universo Rimini. E’ convinzione del Direttivo, e della maggioranza dell’assemblea, che l’attuale proprietà del Rimini Calcio voglia vedere concreti passi avanti sulla questione della gestione dello stadio Romeo Neri – tuttora in mano all’amministrazione comunale – prima di impegnarsi in qualsivoglia collaborazione.

Passando al secondo punto in odg, è bene chiarire che il tesseramento in oggetto si rende obbligatorio per evitare che al termine dell’anno solare 2016 l’associazione cessi automaticamente di esistere; va detto inoltre che, per le note vicende che hanno coinvolto la precedente gestione del Rimini Calcio, ovvero l’A.C. Rimini 1912 dell’allora presidente Fabrizio De Meis, il Direttivo dell’associazione ha ritenuto a quel tempo che non fosse il caso di proporre un tesseramento, concentrandosi piuttosto sulla Colletta dell’Orgoglio, per mezzo della quale i tifosi del Rimini hanno permesso alla squadra di concludere almeno sul campo il campionato di LegaPro 2015/16 – colletta alla quale l’associazione ha contribuito in maniera importante finanziando alcune trasferte del settore giovanile.

Tutto ciò premesso e considerato, e preso atto della volontà di Giorgio Grassi, il Direttivo ribadisce comunque la massima disponibilità a valutare eventuali nuove idee e/o proposte da parte dei tifosi biancorossi, da svilupparsi nel breve e lungo periodo.

Al riguardo, l’assemblea ha invitato il Direttivo a restare vigili sul tema della gestione del Romeo Neri, senza escludere la possibilità di un incontro in contraddittorio tra l’amministrazione comunale ed il Rimini F.C., per dare un seguito al comunicato diffuso in data 28 novembre u.s., a firma congiunta con Red White Supporters e Collettivo Riminese. Tutto ciò nell’intento di fare luce sull’annosa questione della gestione dello stadio comunale, che fin dall’insediamento era stata definita come centrale nel progetto Rimini F.C. ideato da Giorgio Grassi e sulla quale invece, ad oggi, non si registrano concreti passi avanti.

 Il Direttivo intende infine ringraziare quanti hanno deciso di rinnovare la tessera associativa per permettere all’associazione di proseguire l’attività, con l’auspicio che nuovi soci possano avvicinarsi sulla scorta dei risultati sportivi della prima squadra. Al riguardo si invitano tutti i tifosi biancorossi a stringersi ancor di più attorno alla squadra di mister Mastronicola in questo rush di fine anno, per aiutarla a conservare la vetta della classifica ed iniziare così nel migliore dei modi il 2017. Avanti Rimini, alla vittoria!