Archivi categoria: Rassegna Stampa

mufc1

Calcio inglese, la favola dei tifosi di Manchester

Interessante articolo tratto da inchieste.repubblica.it sulle realtà di azionariato popolare italiane, nate sulla scia dell’esperienza inglese. A cura di Emanuela Del Frate.

Dal Fc United alla battaglia per la nuova squadra. Così il modello di amministrazione sperimentato in Inghilterra è diventato l’ispirazione del movimento italiano Continua a leggere

tiforevolution

La Gazzetta dello Sport: “Quanto è facile andare allo stadio negli altri Paesi”

Si conclude il viaggio de La Gazzetta dello Sport nel pianeta tifo

Si chiude oggi l’inchiesta de La Gazzetta dello Sport sul complicato rapporto tifosi, stadio, società. Mai come quest’anno, dalle curve alla tribuna, il pubblico ha fatto sentire la propria voce. Lo ha fatto in stadi sempre più vuoti, difficili, inaccessibili, ostaggi della burocrazia. L’ultimo esempio arriva dalla Serie B, con i ventimila spettatori di Bari a sottolineare la fine dell’era Matarrese. O ancora, con la presa di posizione dei tifosi interisti nello scambio Vucinic-Guarin. E poi il boicottaggio dell’Olimpico da parte di migliaia di laziali contro Lotito, il comunicato della Curva Sud milanista che ha messo nel mirino Galliani. L’ondata di indignazione ha contagiato diverse piazze ponendo l’esigenza di un rapporto nuovo tra istituzioni e società da una parte e pubblico dall’altra. L’uso di Internet per mobilitare i tifosi non solo delle curve è il fatto nuovo in un contesto ancora di scollamento. Eppure basterebbe copiare. La Germania è il modello da seguire, anche a detta delle frange più estreme del tifo. Prezzi bassi, zero burocrazia, colore, coinvolgimento dei tifosi nei club. Risultato: stadi pieni e nessun indignados. Continua a leggere

bayern

La Gazzetta dello Sport: «Che invidia gli ultrà tedeschi»

Terza puntata dell’inchiesta Tifo Revolution della gazzetta, che oggi si trasferisce in Europa, dentro la realtà delle curve tedesche, inglesi, francesi e spagnole. Ce le spiegano, rispondendo alle domande della rosea, i direttivi di Schickeria Bayern Monaco (Germania), Ultras Populaire Sud Nizza (Francia), Ultra Yomus Valencia (Spagna) e alcuni «attivisti» del Nottingham Forest (Inghilterra). A cura di Giorgio Specchia. Continua a leggere

2puntata

La Gazzetta dello Sport: “Quel muro tra tifo e club”

Di seguito la seconda puntata dell’inchiesta della Gazzetta dello Sport. Ieri, nella 1a puntata, Marco Iaria ci ha raccontato cosa c’è dietro l’ondata di contestazioni messe in atto da diverse tifoserie da Nord a Sud. S’avverte uno scollamento da club e istituzioni e se ne mette in discussione l’autorità. Spesso il tifo più «borghese» si cementa con gli ultrà. Oggi la parola alle società.  Continua a leggere

Termometropolitico: “Un caffè con Amici del Rimini Calcio”

Di seguito l’intervista al Segretario Ivan Raffaelli realizzata da Michele Palmiero per la testata termometropolitico.it, pubblicata il 22 marzo scorso. 

Ivan Raffelli, a soli 26 anni, è il segretario dell’Associazione “Amici del  Rimini Calcio”.
In un piccolo bar del centro di Bologna inizia una lunga chiacchierata che si concluderà con una certezza ormai adottata a pieno titolo da questa testata: il futuro del calcio appartiene ai tifosi. Continua a leggere

curva-taranto-640

Se i tifosi sono la società: da Taranto ad Ancona, sognando il modello inglese

Ripubblichiamo un interessante articolo de ilfattoquotidiano.it riguardante il fenomeno dei Supporters’ Trust, che pian piano sta prendendo piede anche in Italia. Nell’articolo si citano l’Afc Wimbledon e lo Swansea, che insieme allo United of Manchester sono un bell’esempio di modello inglese, almeno quello che piace a noi. Che non è certo quello tanto caro agli opinionisti di casa nostra… 

La squadra del cuore fallisce, loro comprano quote societarie e passano dall’altra parte della scrivania: in Inghilterra è un fenomeno diffuso e di successo, in Italia si prova a recuperare

di Andrea Tundo e Lorenzo Vendemiale

In principio fu l’Ebolitana di Armando Cicalese, il capoultrà del ‘Nucleo 84′. Nell’estate 2004 acquista dalle mani del sindaco la società, appena retrocessa in Eccellenza. Ottomila euro per portarsi a casa la propria passione. Nel 2009 tocca all’Ultrattivi Altamura, squadra gestita dalla A alla Z dai tifosi. Esperimenti da pionieri che hanno tracciato il solco di un fenomeno già affermato inEuropa, quello dei supporters’ trust. Tradotto: tifosi che si rimboccano le maniche e partecipano attivamente alla vita del club. L’Italia è un passo indietro rispetto al resto del continente ma il fenomeno inizia a germinare. Nell’ultimo week end se n’è parlato a San Benedetto del Tronto in un incontro organizzato dall’associazione ‘Noi Samb’ e da Supporters Direct, l’organizzazione che coordina a livello europeo le esperienze dei tifosi attivi. Continua a leggere